La lingua italiana: un linguaggio musicale

lingua italiana
L’apprendimento della lingua italiana può essere fatto in diversi modi, come si può già sapere. Apasionándose il cinema italiano, per esempio. Ricca di storia e di grandi classici del 7 art.Con un insegnante privato. Molti insegnanti di italiano (in sostegno per la scuola o home-based gruppi) suggeriscono che questo tipo di lezioni private di italiano in tutta la Spagna. Come in Superprof per esempio! Con un metodo al tempo stesso pedagogico e didattico.O, perché no, nella classe di lingue nella scuola.Cosa succede se quello che stavano facendo attraverso la musica? Perché, come vedremo, la lingua italiana e la musica, vivono una storia d’amore che dura per diversi secoli… E questo è solo uno dei tanti motivi per imparare l’italiano.Perché la lingua italiana ha un tale impatto sulla musica?

E ‘ comunemente riconosciuto che la lingua di Dante è in realtà il linguaggio della musica. Che noi associamo con più spesso per la musica, in ogni caso.Una dichiarazione che sorpresa senza dubbio ad alcuni, perché, nei nostri giorni, e dopo la nascita del blues, il rock, il jazz, l’inglese è la lingua universale dei musicisti. Sia in riferimento alle lettere, i titoli dei brani, come pure in certi termini musicali in sé e per sé (ponte di copertura, medley, mashup, band, pausa, testi, jam session, beat e molti altri…).L’inglese, infatti, è la lingua che non solo tutti noi usiamo per comunicare in tutto il mondo, ma anche per comporre.

Famose canzoni italiane

famose canzoni italiane
I classici della musica moderna sono stati scritti per lo più in lingua di Shakespeare. “Beat it” di Michael Jackson, “No woman, No cry” di Bob Marley, “Knocking on heaven’s door” di Bob Dylan, “Soddisfazione” des Rolling Stones, “Stairway to heaven” dei Led Zeppelin, “Imagine” di John Lennon…Si potrebbero citare decine e decine, giorno dopo giorno, canturreamos e ascoltare in tutto il mondo.Tuttavia, l’italiano, che forma parte delle lingue del romano, che è una lingua latina, è il linguaggio della musica!Un fatto che risale a diversi secoli prima, prima dell’invenzione del blues, rock, R&B o rap. Deve essere fatta risalire al Medioevo per trovare le prime tracce dell’influenza d’oltralpe, in ambito musicale:
• Guido d’arezzo (992 – 1033) e la nozione di musica,
• Petrarca (1304 – 1374) e il conzonieri dei trovatori.

Ma è soprattutto durante il periodo del Rinascimento (XV-XVIII), che ha avuto l’Italia come punto di partenza, la città di Firenze in italiano), quando la musica è ancorata permanentemente in questo bellissimo paese, che noi chiamiamo il boot.Un buon periodo per l’Italia e per la musica che ha permesso l’Europa moderna di svilupparsi e di avere un impatto su tutto il pianeta.Se vuoi approfondire questo argomento e fare un corso di italiano, non esitate a consultare gli annunci dei nostri insegnanti.

Prima di tutto, durante il periodo barocco, in Italia, i loro compositori e le loro linguaggio musicale, ha esercitato una notevole influenza in altri paesi europei. Periodo barocco, che si estende dal XVII al XVIII, con grandi ispirazioni musicali, soprattutto.È durante questi secoli e decenni, ma anche il passato, l’italiano sarà di consolidare il suo dominio della lingua, nella musica e soprattutto nella musica classica.Una pagina di storia che è scritto è ancora ai giorni nostri.Grazie a questo patrimonio musicista-linguistica, che siamo tutti più o meno in grado di citare alcuni esempi, anche se non sono di madrelingua italiana, bilingue italiano, o non sono in grado di parlare l’italiano e basta.